Archivio Autore: RaffaeleGuida

Il Mose nasce vecchio e inutile

Mose

Venezia, oggi, insieme ai suoi abitanti, sta soffrendo enormemente. Soffre perché stenta a rimanere in piedi, sfruttata e abbandonata, fragile eppure esposta come non mai a gravi rischi ambientali. Con Istituzioni incuranti, la cui unica risposta – il Mose – è diventata ormai troppo obsoleta, simbolo di una lungimiranza che non è mai esistita. Il […]

Una vera conversione ecologia può ancora salvare Venezia

Venezia

Il Mose non ha salvato Venezia, anzi, l’ha privata di quelle difese e interventi alternativi molto meno costosi e di più veloce realizzazione, proposti da Verdi, ambientalisti, progettisti e scienziati lungimiranti, assorbendo tutti, o quasi, i finanziamenti destinati alla salvaguardia della città. Un sistema di potere e corruzione prosegue l’ambientalista,  ben descritto negli atti processuali […]

Il 30esimo Council dei Verdi Europei: 10 soluzioni comuni per il futuro

Verdi Europei

Grande soddisfazione e tante nuove occasioni di confronto e lavoro a margine del 30esimo Council degli European Greens, svoltosi a Tampere (Finlandia). Una tre giorni in cui tutti i partiti verdi all’interno della grande famiglia degli European Greens hanno avuto la possibilità di interagire, confrontarsi e prendere delle decisioni comuni che delineeranno le nostre scelte […]

La verità storica sull’Ilva, 7 anni e 12 decreti dopo

Ilva

C’è un pensiero unico, insopportabile per chi scrive, sulla vicenda ex-Ilva, oggi ArcelorMittal che sta mistificando, alterando la verità storica su quanto accaduto a Taranto. È quel pensiero unico che si è messo in moto per rimuovere le disastrose responsabilità politiche di chi ha gestito la vicenda Ilva dal giorno del suo sequestro e di […]

Ristrutturazione di edifici e città, come ridurre le emissioni dell’80%

Ristrutturazione

Una delle sezioni affrontate nel progetto editoriale Drawdown, il piano più completo mai proposto per invertire il corso del riscaldamento globale, è dedicata a “Edifici e città”. Questa soluzione in particolare si concentra sulla “Ristrutturazione” delle città che, da fonte o causa di degenerazione, stanno diventando rigeneranti per l’ambiente e il benessere umano. Il caso […]

L’Europa unita agisca a garanzia della pace nel Rojava

Rojava

Dopo l’escalation di violenza, di odio, di terrore, il presidente della Turchia non sembra assolutamente intenzionato a fare un passo indietro sulla situazione nel Rojava. Le sue ultime dichiarazioni lasciano sgomenti e gettano nello sconforto associazioni, movimenti e persone di libero pensiero che, in queste settimane, si sono stretti intorno al popolo curdo. Non dichiareremo […]

Fermare la moda usa e getta per difendere diritti e ambiente

Moda

“Cosa dovrei indossare?”: è una delle domande che ci poniamo ogni giorno, anche più volte al giorno. L’imperativo è aggiungere, cambiare, comprare. Moda usa-e-getta: una frenesia globale ad alto impatto economico, sociale, ambientale. Storicamente, il mondo della moda ha sfruttato il lavoro e l’ambiente. E negli ultimi tre decenni, per via della globalizzazione e delle […]

Giornata mondiale dell’habitat: per un futuro sostenibile delle nostre città

Giornata mondiale dell'habitat

“Le soluzioni iniziano con piccoli passi, che le persone possono adottare per modificare il modo in cui funzionano le nostre città. Dobbiamo ridurre la quantità di rifiuti che produciamo e, allo stesso tempo, iniziare a vederli come una risorsa preziosa che può essere riutilizzata e riciclata, anche per l’energia”. Il segretario generale delle Nazioni Unite […]

Complimenti ai Verdi austriaci, ora tocca a noi

Sulle colonne del Corriere della Sera l’intervista a Elena Grandi in merito al successo elettorale dei Verdi austriaci, il decreto clima del nuovo Governo e il tema plastic free. “Ai cugini austriaci va tutta l’invidia del mondo. Volare dal 3,5% al 14% dimostra che se si è bravi a comunicare il vantaggio dell’economia cir­colare, i risultati si ottengono. Sono […]

Da Conte falso ideologico, l’Italia non azzererà le emissioni entro il 2050

Conte

L’Italia non azzererà le emissioni di gas serra entro il 2050, come dichiarato da Conte al summit ONU sul clima in corso a New York. Le sue affermazioni sono prive di fondamento, perché, con il piano energia e clima adottato dal governo Conte 1 e inviato all’UE nel gennaio 2019, non è possibile raggiungere quegli […]