Salvini come Bolsonaro e Trump. Negazionista su Covid e crisi climatica

salvini

Le italiane e gli italiani ricordino sempre il nome di Salvini, non lo dimentichino mai. Perché Matteo Salvini, colui che è stato vicepremier, sta seguendo le orme del presidente del Brasile Jair Bolsonaro, che giusto domenica è stato denunciato, da oltre 1500 tra operatori sanitari e medici, al Tribunale penale internazionale dell’Aia per genocidio e crimini contro l’umanità per come ha affrontato la vicenda Covid-19, negando ripetutamente la pandemia e non dando indicazioni tecnico-sanitarie, come ad esempio l’utilizzo delle mascherine.

Un altro modello, per il nostro, è Donald Trump, che oggi sembra aver cambiato idea, ma che, con il suo atteggiamento negazionista, ha portato gli USA a detenere, insieme al Brasile, il record di contagi nel mondo e, purtroppo, anche quello di malati e morti.

Ebbene, questo irresponsabile che si chiama Matteo Salvini oggi vorrebbe portare in Italia il modello bolsonariano e quello trumpiano, esempi sicuramente da non seguire visto che USA e Brasile hanno i livelli più alti di mortalità nel mondo.

Avere un atteggiamento negazionista, di fronte alle persone che abbiamo perso lungo la strada, è di una gravità inaudita specialmente per chi ha ricoperto cariche di Governo ed è attualmente leader di un partito.

Salvini, Trump e Bolsonaro sono gli stessi che negano la pericolosità e l’urgenza di affrontare la crisi climatica. Queste persone sono politicamente pericolose e possono essere fermate solo da una presa di coscienza e da un moto di responsabilità dei cittadini, anche quelli che li hanno votati.

Angelo Bonelli