A Marghera disastro annunciato

Marghera

Il gravissimo, impressionante incendio che da questa mattina infuria sulla 3V Sigma, azienda chimica di Porto Marghera, con fiamme alte ed estese e una nube nera che incombe sulla città e sulla laguna, riducendo in condizioni gravissime almeno due lavoratori per la cui sorte ora trepidiamo, e’ un disastro annunciato”. Così, in una nota diffusa dai VERDI, lo scrittore e sociologo, Gianfranco Bettin, presidente della Municipalita’ di Marghera.


“Solo pochi mesi fa- prosegue Bettin- i lavoratori avevano scioperato per la sicurezza, denunciando tra l’altro l’insufficienza degli impianti anti-incendio. In tutti questi anni, poi, abbiamo sollevato, come Municipalità di Marghera, la questione della sicurezza anche nelle aziende che, a partire dal vecchio complesso del petrolchimico, si sono autonomizzate, con diversa fortuna. La mancanza di investimenti adeguati, sia sul ciclo produttivo che sulla sicurezza interna, dei lavoratori e degli impianti, rende la situazione pericolosa. Come drammaticamente questa mattina si è dimostrato.


Da ARPAV, dagli enti di controllo, dalla Magistratura, dalle istituzioni, attendiamo tutte le informazioni necessarie su cosa sia accaduto, su cosa sia uscito nell’aria, di chi siano le responsabilita’, ribadendo che bisogna cambiare modello di sviluppo, che a Porto Marghera serve una svolta epocale”.


Ora, “bisogna cogliere l’opportunita’ di questa ripartenza- conclude Luana Zanella, responsabile Europa Verde del Veneto- per ripensare radicalmente il tipo di economia che vogliamo ricostruire e portare avanti. L’Europa, con le risorse stanziate per il Green Deal e per rispondere alla crisi di Covid-19, ci offre un’occasione unica che non possiamo permetterci di sprecare”.