Cronaca di un crollo annunciato?

Crollo

Anche oggi tragedia evitata nell’Italia dei crolli. E solo grazie alle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria. Il crollo del ponte di Caprigliola, che collega Santo Stefano Magra ad Albiano, è un fatto gravissimo sul quale deve essere fatta subito chiarezza, accertandone cause e responsabilità.

Se è vero che il cedimento potrebbe essere dovuto a una fuga di gas, è anche vero che alcuni cittadini avevano denunciato, in passato, la presenza di crepe, inducendo l’Anas a intervenire. Le autorità competenti avevano ricevuto continue segnalazioni da parte degli automobilisti e degli abitanti della zona a causa di crepe visibili che ne mostravano la pericolosità, soprattutto in seguito a un’ondata di maltempo dello scorso autunno.

L’intervento dell’Anas, avvenuto lo scorso novembre come dimostra il post in basso del comune di Aulla, già all’epoca non era apparso sufficiente, scatenando tante polemiche a livello locale.

Oggi più che mai, mentre il Governo si appresta a programmare la cosiddetta Fase 2, quella che ci porterà fuori dall’emergenza da coronavirus, noi Verdi gridiamo forte, come sempre, che la più grande opera per far ripartire l’economia è la messa in sicurezza del Paese.

Francesco Alemanni