Maggior impegno per partite Iva, liberi professionisti, artigiani e commercianti

partite iva

Siamo pienamente consapevoli della drammatica emergenza sanitaria che il Governo sta affrontando ma è necessario un impegno maggiore per sostenere la crisi economica con cui dovranno fare i conti partite Iva, liberi professionisti, artigiani e commercianti.

L’indennità di 600 euro una tantum, prevista all’interno della manovra Cura Italia resta inadeguata e insufficiente per un settore troppo spesso dimenticato ma che rappresenta una parte significativa dell’economia italiana. Basti pensare che in Germania saranno destinati circa 50 miliardi alle piccole aziende e un sussidio immediato da 9.000 euro per i prossimi tre mesi a quelle con meno di 5 dipendenti.

I piccoli e giovani professionisti rischiano più di tutti la totale paralisi dell’attività lavorativa. Bisogna fare spazio a provvedimenti strutturati, garantendo la facilità di accesso a cassa integrazione e sospensione dei mutui per inserire i lavoratori autonomi all’interno di un nuovo sistema di tutele che vada oltre la singola indennità.

Francesco Alemanni, Filiberto Zaratti

Lascia un commento