Sapiens, su Rai3 Mario Tozzi parla dei cambiamenti climatici

Sapiens

I cambiamenti climatici rappresentano la più grande sfida per l’Homo Sapiens: essi minacciano l’equilibrio del nostro ecosistema e la stessa vita sulla Terra.

In un quadro come questo, la divulgazione scientifica può avere un ruolo cruciale. Siamo quindi entusiasti dell’avvio della nuova stagione di “Sapiens – Un solo pianeta” a cura di Mario Tozzi.

In onda su Rai 3 dalle 21.45 di sabato 15 febbraio, Sapiens porterà in prima serata 8 indagini diverse, strettamente correlate ai temi ambientali, analizzando luoghi molto diversi: il ghiacciaio più grande d’Europa, la foresta primaria di Norvegia, il deserto sahariano, le oasi di Tozeur in Tunisia ma anche il territorio italiano, in particolare Puglia e Sardegna.

 

Sapiens, un solo pianeta – Prima puntata: il clima

È naturale il cambiamento climatico in atto?È simile ai cambiamenti climatici del passato o è anomalo?Dipende da cause naturali o dai sapiens?Possiamo e dobbiamo fare qualcosa per contrastarlo?A queste e altre domande Mario Tozzi proverà a dare risposte durante la prima puntata di #Sapiens, un solo pianeta in onda sabato in prima serata su #Rai3

Pubblicato da Rai3 su Mercoledì 12 febbraio 2020

Nel corso della prima puntata di questa nuova stagione di Sapiens, il primo tema trattato da Tozzi sarà proprio il clima. In particolare, lo scienziato e divulgatore scientifico, affronterà il ruolo che l’azione umana ha avuto nell’evoluzione dei cambiamenti climatici. Nonostante una consapevolezza sempre maggiore delle persone in merito all’urgenza di affrontare la crisi climatica, ancora oggi, c’è nega problemi come il riscaldamento globale e i fenomeni atmosferici estremi che vediamo accadere quotidianamente in tutto il mondo.

Per questi motivi, è necessaria non solo una grande opera di divulgazione scientifica ma anche un’azione immediata, una vera svolta verde nella società e nell’economia globale.

 

Lascia un commento