TTIP, il Governo non ceda alle pressioni di Trump a discapito della salute dei cittadini

TTIP

Ci associamo alla Campagna ‘StopTtip/Ceta Italia‘ nella richiesta di chiarimenti inviata al Governo riguardo al Trattato transatlantico di liberalizzazione commerciale tra USA e UE (TTIP) a cui siamo e rimaniamo contrari. Le pressioni esercitate da Trump per l’allentamento delle maglie sulle norme che riguardano la sicurezza alimentare non possono essere in alcun modo accettate perché metterebbero a rischio la salute dei cittadini oltre che in grave difficoltà un settore che si contraddistingue per la sua grande qualità: quello dell’agroalimentare italiano.

L’Europa e l’Italia non lascino che gli Stati Uniti forzino le regole sui pesticidi, alterando per sempre le regole e i principi preziosi che, in caso di mancanza di certezze scientifiche a garanzia della sicurezza, stabiliscono l’adozione di misure di tutela precauzionale a difesa di cittadini e ambiente. I Governi hanno il compito di evitare che, nei casi in cui ci siano forti preoccupazioni sulla nocività di una sostanza o di un prodotto, siano i cittadini a farne le spese a tragedia già avvenuta.

In particolare, ci vediamo costretti a contestare la negoziazione avvenuta a porte chiuse tra il Ministro dell’Agricoltura Bellanova e il suo omologo statunitense Perdue: si tratta di una mancanza di trasparenza e dialogo inaccettabile che non tiene conto delle preoccupazioni di cittadini e parti sociali. Il Ministro si muova a tutela del Made in Italy, rigettando l’accordo, applicando il principio di precauzione sui prodotti OGM e rimandando la decisione al Parlamento affinché assuma le proprie conclusioni sulle basi di una solida scienza, troppo spesso sbandierata ma altrettanto spesso dimenticata.

Elena Grandi, Angelo Bonelli

Lascia un commento