Un tweetstorm per l’Emergenza Climatica

Questa mattina siamo di nuovo a piazza Montecitorio per ribadire al Governo la necessità di dichiarare lo stato di emergenza climatica. Questo Paese, tanto bello quanto fragile a causa della sua posizione geografica, ha bisogno che qualcuno cominci a prendersi cura di lui, lasciando da parte le beghe che stanno caratterizzando la campagna elettorale.

L’Inghilterra, primo Paese al mondo ad aver dichiarato lo stato di Emergenza climatica, l’ha fatto sulla scia delle mobilitazioni dei cittadini inglesi. Noi possiamo fare lo stesso. Per questo, invitiamo chiunque abbia a cuore la tutela del Pianeta a partecipare attivamente al tweetstorm previsto tra le 16 e le 16:30 di oggi: l’obiettivo è quello di dare forza al nostro messaggio attraverso l’uso dell’hashtag #EmergenzaClimatica.

Ricerche scientifiche ci pongono di fronte a una situazione ormai prossima all’irreversibilità: dichiarare l’emergenza climatica vuol dire prenderne atto. Non possiamo più accontentarci delle azioni a cui abbiamo assistito in questi anni che sono state deboli, inefficaci e molto spesso dannose. È necessario avviare un progetto forte di riconversione ecologica: più energie rinnovabili e meno veleni in agricoltura, efficienza energetica, mobilità sostenibile e tante altre cose per lanciare finalmente la Green Economy e creare tanti nuovi posti di lavoro. Il nostro appello si rivolge alle nonne, ai nonni, alle mamme e ai papà: dobbiamo tutelare il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti perché non abbiamo un pianeta di riserva.

A questo link, potrai trovare tutte le informazioni necessarie e persino una lista di Tweet da utilizzare.